Azure management services e System Center: novità di Marzo 2019

Nel mese di marzo ci sono state diverse novità annunciate da parte di Microsoft riguardanti gli Azure management services e System Center. In questo riepilogo, che riportiamo con cadenza mensile, vengono elencate tutte le principali novità, accompagnate dai riferimenti necessari per poter effettuare ulteriori approfondimenti in merito.

Azure Monitor

Disponibilità in Central Canada e UK South

Il nuovo servizio che consente di effettuare il monitor delle macchine virtuali, chiamato Azure Monitor for VMsè disponibile anche in Central Canada e UK South.

Azure Log Analytics

Disponibilità in nuove region

Azure Log Analytics è ora disponibile anche nelle region di Azure China, Australia East e Australia Central. Inoltre risulta disponibile in Public Preview nelle seguenti region: France Central, Korea Central e North Europe.

Azure Site Recovery

Supporto per gli storage account protetti con regole firewall

In Azure Site Recovery è stato introdotto il supporto per gli storage account configurati con regole firewall per le Virtual Network, in scenari di replica da VMware o di sistemi fisici verso Azure.

Supporto per managed disks in scenari di replica con VMWare e con sistemi fisici

Azure Site Recovery supporta ora il disaster recovery di macchine virtuali VMware e di sistemi fisici, replicandole direttamente verso dei managed disks. Questo consente di evitare la creazione e la gestione di diversi storage account target per la replica di questi sistemi. I dati presenti on-premises vengono spediti verso uno storage account cache nella region target e scritti all’interno di managed disk da Site Recovery.

Nuovo Update Rollup

Per Azure Site Recovery è stato rilasciato l’Update Rollup 35 che risolve diverse programmatiche e introduce alcuni miglioramenti. I relativi dettagli e la procedura da seguire per l’installazione è consultabile nella KB specifica 4494485.

Azure Backup

In Azure Backup è  stato rilasciata ufficialmente la funzionalità che consente di eseguire il backup di SQL Server installati in macchine virtuali Azure IaaS.

Figura 1  – Caratteristiche di Azure Backup per SQL Server in VMs Azure

Tra i benefici di questa soluzione troviamo:

  • Recovery Point Objective (RPO) di 15 minuti
  • Point-in-time restores: per rendere facili e rapide le operazioni di ripristino dei DB.
  • Long-term retention: possibilità di mantenere i backup per anni.
  • Protezione di encrypted databases: possibilità di fare il back-up SQL di encrypted databases e di mettere in sicurezza i backup tramite una encryption at rest integrata nella soluzione. Tutte le operazioni di backup e restore sono gestite dal meccanismo di Role-Based Access Control.
  • Auto-protection: viene gestito in modo automatico il rilevamento e la protezione dei nuovi database.
  • Management e monitoring: consente di effettuare una gestione centralizzata e di monitorare lo stato di protezione dei sistemi.
  • Risparmio sui costi: non sono richiesti costi di infrastruttura e permette di scalare facilmente in base alle proprie esigenze.

System Center

Rilasciato System Center 2019

La principale novità riguardante System Center è il rilascio in general availability della major release di System Center 2019. Si tratta della release appartenente al long term servicing channel (LTSC) che sarà supportata per 10 anni e che introduce il pieno supporto per Windows Server 2019.

A partire da questa release Microsoft ha deciso di cambiare le politiche di rilascio dei prodotti System Center. Non ci saranno più rilasci nel Semi-Annual Channel (SAC) e le nuove funzionalità, prima della prossima release Long-Term Servicing Channel (LTSC), sarà possibile ottenerle tramite Update Rollup.

System Center 2019 supporta l’upgrade dai due ultimi rilasci del Semi-Annual Channel (SAC), System Center 1801 e System Center 1807 oltre che da System Center 2016.

I clienti che hanno una licenza valida di System Center 2019 possono effettuarne il download dal Volume Licensing Service Center (VLSC).

Tra le principali funzionalità di System Center 2019 troviamo:

Virtual Machine Manager

  • Integration in VMM with Azure Update Management simplifies patching of virtual machines
  • Dynamic Storage Optimization in VMM enables higher availability of workloads
  • VMM now provides health and operational status of storage disks in Hyper Converged as well as disaggregated deployment
  • New RBAC role in VMM ensures that IT admins can be provided access commensurate with their role and no more
  • Support for latest versions of VMware in VMM (to enable migration to Hyper-V)

Operations Manager

  • SCOM supports integration with Azure services – Dependency Map (Service Map) provides comprehensive visibility of dependencies across servers along with health.
  • Azure Management Pack integrates alerts and performance metrics for Azure resources in SCOM
  • Along with modernized and extensible SCOM web console, subscriptions and notifications are now modernized with support for HTML based email
  • Maintenance schedules in SCOM with SQL server AlwaysOn
  • Update and recommendations for Linux workloads enables discovery of up-to-date MPs for Linux environments
  • Linux monitoring is now resilient to SCOM management server failover
  • All Windows Server Management Packs now support Windows Server 2019

Data Protection Manager

  • Faster backups with DPM with a 75% increase in speed and a monitoring experience for key backup parameters via Log Analytics.
  • DPM further supports backup of VMWare VMs including to tape

Altre novità

  • Orchestrator supports PowerShellv4+
  • Service Manager has an enhanced AD connector
  • Support for service logon across the System Center suite aligning with security best practice

Maggiori informazioni a riguardo è possibile consultarle nell’articolo System Center 2019 is now in general availability.

System Center Configuration Manager

Rilasciata la versione 1902 per il Current Branch

Molte sono le novità introdotte in questa versione rivolte ad arricchire e migliorare diverse funzionalità della soluzione. Per ottenere la lista completa delle nuove funzionalità introdotte con questa build, è possibile consultare questo documento ufficiale. Il passaggio alla versione 1902 è possibile farlo seguendo la checklist di installazione, al termine della quale è opportuno proseguire con la checklist post-update.

System Center Operations Manager

Management Packs

In seguito, si riportano le novità riguardanti i seguenti Management Pack di SCOM:

  • System Center Management Pack per Message Queuing versione 7.1.10242.0
  • System Center Management Pack per Microsoft Azure Stack versione 1.0.3.11
  • System Center Management Pack per SharePoint Server 2019 versione 16.0.11426.3000

Valutazione di Azure e System Center

Per testare e valutare in modo gratuito i servizio offerti da Azure è possibile accedere a questa pagina, mentre per provare i vari componenti di System Center è necessario accedere all’Evaluation Center e, dopo essersi registrati, è possibile avviare il periodo di trial.