Azure Monitor: la consultazione dei dati tramite Workbooks

Azure Monitor Log Analytics è in grado di collezionare grossi quantitativi di dati ed è fondamentale disporre di metodi efficaci per renderli facilmente consultabili e per analizzarli in modo semplice. Tra le varie possibilità offerte troviamo i Workbooks, documenti interattivi che consentono di interpretare al meglio i dati e di fare analisi approfondite, pensati anche per scenari di collaborazione. In questo articolo vengono riportate le caratteristiche principali dei Workbooks e le indicazioni per utilizzarli al meglio.

I Workbooks consentono di combinare testo, query di Log Analytics, metriche di Azure e parametri, costituendo così dei report interattivi. Un aspetto interessante è che possono essere accessibili e modificabili da tutti coloro che hanno accesso alle stesse risorse di Azure. Questo aspetto li rende un potente strumento di collaborazione tra i membri di un team di lavoro.

Possibili scenari di utilizzo

I Workbooks possono essere utilizzati in differenti scenari, come ad esempio:

  • Strumento guida per la risoluzione dei problemi e degli incident post mortem. Nono solo è possibile evidenziare l’impatto di un’interruzione di un applicativo oppure di una macchina virtuale, ma sarà anche possibile combinare i dati e fornire spiegazioni scritte. In questo modo può diventare uno strumento guida per discutere dei passaggi necessari per prevenire future interruzioni del servizio.
  • Esplorazione dell’utilizzo di una determinata applicazione o di una macchina virtuale quando non si conoscono in anticipo le metriche di interesse. Infatti, a differenza di altri strumenti di analisi, i Workbooks consentono di combinare più tipi di visualizzazioni e di analisi, rendendoli un ottimo strumento per un’esplorazione in forma libera.
  • Mostrare al proprio team le prestazioni di una nuova funzionalità applicativa oppure le performance di una nuova macchina virtuale, dando visibilità delle principali metriche di interesse.
  • Condivisione con altri membri del team dei risultati di un lavoro di sperimentazione su una applicazione. Si ha infatti la possibilità di dettagliare gli obiettivi della sperimentazione con il testo e di mostrare le metriche e le query di Log Analytics utilizzate per valutare gli elementi di interesse.

Vantaggi dei Workbooks

Tra i principali vantaggi dei Workbooks è possibile citare:

  • Supporto per metriche, log e dati di Azure Resource Graph.
  • Supporto di parametri che consentono di ottenere report interattivi, in cui ad esempio la selezione di un elemento in una tabella aggiornerà dinamicamente i grafici e le visualizzazioni associate.
  • Flusso simile a un documento.
  • Possibilità di avere Workbooks personali oppure condivisi.
  • Esperienza di creazione semplice e sempre in ottica di collaborazione.
  • Possibilità di attingere a una template gallery pubblica su GitHub che contiene svariati Workbooks pronti all’utilizzo.

Limiti dei Workbooks

I Workbooks presentano anche le seguenti limitazioni che è bene tenere in considerazione:

  • Non sono previsti meccanismi automatici di refresh.
  • Non sono progettati per avere un layout addensato come le dashboards e per avere un unico pannello di controllo centralizzato. Sono infatti stati progettati per ottenere approfondimenti tramite un percorso interattivo.

Deploy e utilizzo dei Workbooks

La sezione Workbooks è accessibile dal portale Azure sia da Azure Monitor Log Analytics che da Application Insights ed è disponibile una gallery con una serie di Workbooks predefiniti.

Figura 1 – Workbooks Gallery dal portale Azure

In questo repository GitHub è possibile visualizzare numerosi template di Workbooks. Si può ovviamente contribuire aggiungendone dei nuovi oppure elaborando quelli esistenti.

I Workbooks possono essere composti da sezioni differenti che riportano grafici, tabelle, testo e controlli di input, tutti modificabili in modo indipendente.

Figura 2 – Aggiunta di sezione a un Workbook

Per poter creare dei Workbooks personalizzati in base alle proprie esigenze è utile conoscere quali elementi sono supportati, si riportano a questo proposito i riferimenti alla documentazione ufficiale Microsoft:

Figura 3 – Esempio di Workbook che mostra le metriche chiave delle VMs

Figura 4 – Esempio di Workbook che mostra il più alto utilizzo di CPU delle VMs per region

Per effettuare il deployment di nuovi Workbooks tramite ARM templates è possibile fare riferimento alla documentazione ufficiale Microsoft.

Conclusioni

Grazie all’adozione dei Workbooks è possibile consultare i dati raccolti utilizzando report visivamente accattivanti, con funzionalità avanzate che consentono di arricchire notevolmente l’esperienza di analisi dal portale di Azure. L’interattività basate sugli input dell’utente, la personalizzazione e la condivisione sono elementi importanti che rendono molto utile l’adozione dei Workbooks in scenari specifici.